Centri di riabilitazione dalle droghe Narconon Astore – DOMANDE E RISPOSTE2018-09-24T14:20:56+00:00

Domande e risposte sulle droghe

Centro di riabilitazione dalle droghe Narconon Astore

Droghe e alcol

Sì. Quando una persona assume droghe, le immagini registrate nella sua mente sono annebbiate, offuscate e persino vuote. Alcune droghe alterano la sequenza delle immagini rendendo difficile il ricordo di avvenimenti del passato.

Per avidità. Le droghe sono un affare multimiliardario e alcuni pensano più a se stessi ed ai soldi che non agli altri..

Dire che tutte le cose sono dannose, sarebbe sciocco e stupido. Per esempio, una piccola quantità di alcool si dice che aiuti la circolazione del sangue e la digestione. Molti credono che è meglio non bere perchè spesso le persone che hanno problemi con l’alcool hanno cominciato così.

L’ eroina. Questa droga è la più mortale tra le droghe di “strada”. Da assuefazione fisica e mentale. Una persona che l’ assume quotidianamente, dopo poche settimane non ne può fare a meno ed è costretta ad aumentare la dose giornaliera. Gli effetti collaterali di questa droga sono devastanti e possono culminare in overdose o morte. Un’altra droga molto pericolosa è l’ ecstasy. Questa droga è un eccitante, molto simile all’ amfetamina. Le manifestazioni collaterali, essendo un eccitante, sono acute e momentanee. In una persona labile, si possono scatenare fenomeni di grave dissociazione e turbamenti psichici. Uno dei rischi sull’individuo che ne abusa è delirio di onnipotenza, per molti aspetti simile agli effetti della cocaina. Quando l’effetto della droga svanisce, la persona si sente abulica, depressa, con stati d’ansia.

Le droghe sminuiscono tutti i tipi di dolore: fisico, emozionale, mentale. Quando l’effetto delle droghe finisce, questi dolori diventano più forti. La persona non si accorge della differenza, però ha bisogno di assumere ancora droga per “uccidere” il dolore. Più droghe prende, più ne vuole. Alla fine, non solo vuole assumere droghe, ma ne avrà una necessità impellente, anche per sminuire il dolore creato dalla droga stessa.

No. Solo in apparenza la persona che usa questa droga si sente più aperta riguardo alle cose, soprattutto le prime volte. Ma le droghe, in sostanza, sono veleni creati per inibire le abilità di una persona.

Uno dei motivi è la pubblicità. Le fabbriche che producono alcool esistono da molti anni. La vendita dell’ alcool crea una quantità enorme di soldi, facilitata dalla grande promozione fatta con la pubblicità. Il commercio della birra, per esempio, è uno dei più vasti.

Sì. Oltre al rischio di poter morire abusandone, noi conosciamo persone che hanno speso centinaia di milioni in droga.

In Italia, secondo la nostra esperienza, gli uomini costituiscono la maggior parte dei consumatori di droga. Sappiamo anche che tra questi non c’è distinzione tra giovani, adulti, poveri o ricchi.

PARLA CON UN OPERATORE

Aspetti medici

No, non lo è. Il centro di riabilitazione Narconon segue un modello di apprendimento didattico. Lo studente, così si chiama chi frequenta il programma, segue un programma che consiste sia di informazioni scritte da studiare e sia di una serie di esercizi pratici, incluso un regime di disintossicazione. Gli operatori non “curano” gli studenti nè dal punto di vista patologico, nè da quello psicologico. Piuttosto, forniscono loro adeguato sostegno e disciplina così da farli progredire velocemente e con successo attraverso le diverse fasi del programma, far loro ottenere il massimo beneficio dai diversi esercizi e regimi, fino a che non hanno ottenuto una piena comprensione dei materiali e li possono applicare alla propria vita. Alcuni aspetti del programma si indirizzano ovviamente allo stato fisico dello studente. Questi includono l’esercizio fisico, una corretta nutrizione e un programma di saune che favorisce l’espulsione dei residui di droga e di altre sostanze tossiche accumulate nell’organismo. Pur non essendo un programma terapeutico, il Narconon richiede una visita medica completa all’atto dell’ iscrizione che viene accettata soltanto dopo un parere medico favorevole. In questo modo, qualsiasi malattia o condizione fisica che impedisce l’ immediata iscrizione al programma può essere curata prima di iniziare il programma Narconon stesso.

Sotto la diretta supervisione del medico di ogni centro, la comunità Narconon utilizza vitamine ed altri integratori alimentari (non farmaceutici) come parte del programma. Questa è una pratica comune a diversi centri di riabilitazione dalle droghe, in quanto, il tossicodipendente presenta invariabilmente una stato di malnutrizione e carenza vitaminica. Oltre a questo regime nutrizionale, una fase specifica del programma è indirizzata alla rimozione dei residui tossici dall’ organismo. Oltre all’ esercizio fisico e alla sauna, in questa fase lo studente assume (sotto il diretto controllo del medico del centro) elevate quantità di liquidi, apporti extra di minerali e di vitamine, in proporzioni graduali e accuratamente controllate. Questo per stimolare il metabolismo dei grassi corporei, a sostegno delle funzioni dell’ organismo nel processo di eliminazione delle tossine. Una volta completata la fase della disintossicazione, lo studente riprende un regime vitaminico regolare.

Il centro Narconon adotta la sua propria politica, in relazione a chi può o non può iscriversi al Programma. Persone che hanno subito elettroshock o interventi psichiatrici al cervello non si possone iscrivere al Programma, in quanto i danni subiti a causa di queste procedure sono così estesi da impedire all’ individuo di beneficiare completamente dei risultati del Programma Narconon. L’ esperienza ci ha pure dimostrato che chi ha assunto dosi massiccie di medicinali psichiatrici è ostacolato nell’ acquisire risultati stabili, non essendo in grado di assimilare e comprendere i materiali del Programma fino ad una completa riabilitazione stabile. Poichè il Narconon è un Programma che non utilizza farmaci o droghe alternative, chi desidera seguire un percorso psichiatrico viene indirizzato ad altri Centri di riabilitazione dalle droghe o ad altri Programmi di recupero.

Assolutamente no. Il centro di riabilitazione dalle droghe, Narconon Astore, ha una metodologia conosciuta e rispettata in tutto il mondo per l’ astinenza da qualsiasi tipo di sostanza, poichè riduce al minimo la sofferenza utilizzando vitamine, minerali e un’ assistenza personale di ventiquattro ore su ventiquattro. Prima di iniziare la fase dell’astinenza, lo studente dà il suo consenso e di solito questa fase viene completata più rapidamente e con minor disagio di quanto non ci si possa aspettare. Anche il ritmo regolare di sonno/veglia viene ripristinato in tempi più brevi, poichè l’organismo si riprende più rapidamente dalla sospensione della sostanza, tornando ai suoi cicli naturali. La visita medica obbligatoria dice se lo studente ha bisogno di un’ astinenza clinicamente assistita, come raramemte avviene. In questo caso lo studente viene accompagnato presso un Centro Medico non psichiatrico per completare questa fase sotto diretto controllo medico.

E’ necessario eliminare il metadone scalandolo, prima dell’ iscrizione al Programma di riabilitazione dalle droghe della comunità Narconon. Una lunga esperienza ci ha mostrato cha l’ astinenza da metadone è molto più difficile e più lunga di quella della stessa eroina.

L’ intero Programma Narconon è stato esaminato, sperimentato accuratamente e valutato positivamente da medici prestigiosi quali: Prof. Alfonso Paredes (Docente di Psichiatria presso la Scuola di Medicina dell’UCLA, Università della California di Los Angeles). Dr. Ray Stowers (Specialista in Tossicologia e membro della Società Medica Americana della Medicina delle Tossicodipendenze, ex Direttore del reparto tossicodipendenze dell’ Ospedale Regionale dell’ Oklahoma). Dr. David Root (membro del Consiglio Americano di Medicina Aereospaziale). Dr. Megan Shields (membro del Consiglio Americano dei Medici di Famiglia). Questi professionisti costituiscono il Consiglio Scientifico Internazionale dei centri di riabilitazione dalle droghe Narconon ed alcuni di loro hanno illustrato la metodologia del Programma presso diversi enti sanitari quali, ad esempio, l’ Associazione Americana della Salute Pubblica (Dr. Megan Shields). A tutt’ oggi inoltre, si sono svolti tre Congressi Internazionali sulle procedure di disintossicazione sviluppate da L. Ron Hubbard e il Programma Narconon, a Los Angeles, Stoccolma e in Kazakistan. Decine di scienziati e ricercatori famosi hanno studiato accuratamente le metodologie e i risultati salutistici del Programma riabilitativo Narconon.

CHIAMA ORA 800 189 433

RICEVI UNA CONSULENZA TELEFONICA GRATUITA

Il metodo di riabilitazione dalle droghe di Narconon Astore

Il programma Narconon è un metodo di riabilitazione dalla droga composto da nove diversi corsi che si basa sulla ricerca e gli sviluppi dell’ autore umanitario L. Ron Hubbard. E’ un protocollo di recupero “drug free”, ovvero non utilizza droghe alternative, agenti farmaceutici o sostanze che alterano la mente, nel processo della riabilitazione. I centri di riabilitazione dalle droghe, Narconon Astore, sono associazioni di utilità sociale senza scopo di lucro che solitamente lavorano in sinergia con le competenti unità locali. Spesso vengono finanziati dagli enti governativi preposti, a volte da privati. In trent’anni il programma è cresciuto dal primo progetto del 1966, all’interno di un carcere, ai cinquanta centri di riabilitazione dalle droghe presenti in venti paesi diversi. Oggi, il programma si svolge in centri residenziali e non, oltre che in istituti di correzione e pena sia per adulti che per minori. Ovunque sia svolto, fornisce le medesime metodologie di riabilitazione dalla droga. Il programma di recupero Narconon comprende inoltre attività di informazione per la prevenzione della droga.

La filosofia sostanziale del programma di recupero Narconon è che un individuo che ha danneggiato se stesso e gli altri abusando di droga e/o alcool, può imparare ad assumere piena responsabilità per sè, il proprio corpo e le proprie azioni, fino a raggiungere l’ obiettivo di una vita etica, produttiva e libera dalla droga. Come disse il fondatore del Narconon, William Benitez, a proposito di ciò che aveva appreso dai lavori di L. Ron Hubbard che aveva adottato per il programma Narconon, “Ciò che mi aveva stupito era che il lavoro di Hubbard si concentrava non solo nell’identificare le abilità, ma anche in una metodologia pratica (esercizi) grazie a cui svilupparle. Realizzai così che la dipendenza è una disabilità che si instaura quando una persona cessa di usare le proprie abilità essenziali a un’ esistenza costruttiva”. L’intero programma di riabilitazione Narconon è stato sviluppato in base a questa premessa fondamentale: una persona risolve le “disabilità” aumentando le proprie “abilità”. Per raggiungere questo risultato, oggi il programma Narconon consiste in una serie di esercizi, fasi di studio e applicazioni pratiche svolti in una sequenza precisa. Le tecniche ed i programmi di apprendimento aiutano l’ individuo a recedere dall’ uso di droga, a mettersi in comunicazione con gli altri e con l’ ambiente, a disintossicare il proprio organismo dai residui tossici, a prendere controllo di se e del proprio ambiente fino a raggiungere un punto in cui potersi prendere piena responsabilità sia per sè e sia per gli altri.

I trentadue anni di comprovato successo del programma Narconon si basano sull’uso dei metodi di riabilitazione e prevenzione sviluppati da L. Ron Hubbard. Tutto quanto ebbe inizio nella biblioteca del carcere federale dell’ Arizona, dove allora il detenuto William Benitez lesse il libro “Scientology: i fondamenti del pensiero” e trovò in esso i principi che lo portarono fuori dal tunnel della tossicodipendenza, dopo una lotta disperata durata quasi quanto la sua vita stessa. Benitez aveva apprezzato l’ approccio di Ron Hubbard alla riabilitazione ed aveva applicato ciò che aveva appreso alla sua situazione personale e quindi, con il permesso della vigilanza carceraria, a un gruppo di altri detenuti. In seguito William Benitez scrisse a L. Ron Hubbard chiedendogli aiuto e consigli. Hubbard rispose ed inviò dei consulenti volontari per assistere Benitez nella conduzione del programma di auto-aiuto che questi aveva chiamato Narconon per descrivere il concetto di “nessun narcotico (NARCOtics NONe)” che quelle tecniche e quella filosofia utilizzavano e tuttora utilizzano. Più avanti, quando altri centri di riabilitazione dalle droghe, erano stati aperti sia all’ interno dei carceri e sia in centri residenziali aperti, L. Ron Hubbard concesse formalmente l’ uso dei suoi materiali al Narconon perchè fossero utilizzati nel programma di recupero. Tuttora, i centri di riabilitazione dalle droghe Narconon Astore, ricevono una licenza per poter utilizzare, senza scopo di lucro, questa tecnologia.

I diritti ed i marchi relativi alla metologia di riabilitazione ed alla tecnologia utilizzata presso i centri di riabilitazione dalle droghe di Narconon, sono in possesso di un organizzazione denominata Association for Better Living and Education International (ABLE) , (Associazione per una Vita e un istruzione Migliore). Anche ABLE è un istituzione separata dalla Chiesa di Scientology e si assicura di tutelare la corretta applicazione delle tecnologie di L. Ron Hubbard nei diversi programmi autorizzati ad utilizzarle nei campi dell’ istruzione, della riabilitazione dalla droga, della riabilitazione del crimine, e del miglioramento morale della società. E’ quindi ABLE International ad autorizzare Narconon International all’ uso dei marchi e dei lavori di L. Ron Hubbard protetti da copyright nel campo della riabilitazione dalla droga e dell’ istruzione. A sua volta, il Narconon Internationl autorizza ad operare ciascuno Centro Narconon del mondo, assumendosi inoltre la responsabilità di mantenere sia la qualità del programma e sia l’integrità istituzionale nell’ insieme dei centri di riabilitazione dalle droghe Narconon Astore. Oltre a tutelare i marchi ABLE International assiste le diverse associazioni cui concede le licenze operative nella compilazione dei materiali utilizzati, sostenendo la loro opera sociale e promuovendo i risultati ottenuti tramite l’ applicazione delle metodologie di L. Ron Hubbard alla risoluzione dei gravi problemi sociali, quali droga, crimine, analfabetismo e immoralità. Numerosi enti governativi in tutto il mondo hanno riconosciuto la piena indipendenza del programma Narconon finanziando direttamente i suoi centri di riabilitazione dalle droghe o il programma di singoli individui. I programmi in Svezia, Danimarca e Svizzera, così come il programma Narconon nel carcere federale della Utah (USA) sono alcuni esempi di finanziamento governativo al programma Narconon.

La politica internazionale del Narconon prevede che ciascun centro mantenga relazioni legali e amministrative appropriate con il suo proprio stato e governo locale. Ogni centro di riabilitazione Narconon opera secondo le leggi locali e, spesso, in coordinazione e cooperazione con le strutture governative locali. Il Narconon International è stato registrato negli Stati Uniti come organizzazione no profit di utilità sociale dal 1972 ed è iscritta ufficialmente come programma di riabilitazione dalla droga, fin dal 1971 negli Stati Uniti e dal 1972 in Europa (Svezia). Oggi il programma Narconon è presente in molti altri paesi europei e del resto del mondo. Il numero di paesi che approvano i centri di riabilitazione dalle droghe del Narconon come organizzazioni di riabilitazione efficaci e socialmente utili cresce di anno in anno, con l’apertura di nuovi centri in nuovi paesi quali la Russia, l’Ucrania, il Kazakistan, la Colombia, la Nuova Zelandia, Taiwan, il Messico e l’ Australia.

Il Narconon International ha compilato una serie dettagliata di corsi tecnici e amministrativi per l’ addestramento degli operatori. Questi corsi utilizzano materiali di L. Ron Hubbard e consentono a chi li ha frequentati sia di fornire correttamente la tecnologia di riabilitazione dalla droga sviluppata da L. Ron Hubbard e sia di amministrare la gestione dei centri di recupero che adottano tale tecnologia.

Il Programma di recupero Narconon ha dimostrato che gli ex tossicodipendenti, persino quelli che lo sono stati a lungo e completamente, possono essere riportati a un’ esistenza di completa responsabilità personale e sociale. Molto spesso, persone salvate grazie alla applicazione della tecnologia di riabilitazione dalla droga di L. Ron Hubbard, così come avviene nei centri di riabilitazione dalle droghe di Narconon Astore, sviluppano un forte desiderio e uno scopo preciso di aiutare altri a riabilitarsi. Spesso queste persone chiedono di entrare a far parte dello staff del Narconon per poter aiutare chi ancora è dipendente dalla droga o dall’ alcool. I Centri di riabilitazione Narconon accettano volentieri queste persone sullo staff, non importa quale sia la loro provenienza, e spesso costoro sono in grado di contribuire con notevoli capacità e rendimento sia tecnico che amministrativo. Ancora più importante è che al tossicodipendente ancora iscritto al programma Narconon piace avere a che fare con chi “c’è passato in mezzo”. Oltre trent’anni di esperienza operativa con persone del genere, riabilitate e completamente rivitalizzate, hanno dato ragione al Narconon sotto questo aspetto. Questi individui diventano gli operatori migliori e più attenti. Molti altri centri di riabilitazione dalle droghe , oltre al Narconon, impiegano ex tossicodipendenti riabilitati.

Centri di riabilitazione dalle droghe Narconon Astore - La soluzione alla droga c'è.

Sei pronto a parlarne?

Se conosci qualcuno che ha problemi di droga o alcol c’è qualcosa che puoi fare!

NUMERO VERDE

CENTRALINO